Author: Guerino Capaldi

Corso di Abilitazione al Selecontrollo e Coadiutore abilitato al controllo del cinghiale

COMUNICATO STAMPA

Domanda_Selecontrollo

Bollettino Selecontrollo Molise

D.G.R. Molise nr. 36 del 26-02-2021

Disciplinare selecontrollo

 

Coldiretti Molise organizza con il patrocinio della Regione Molise, specifici corsi di Abilitazione al Selecontrollo e Coadiutore abilitato al controllo del cinghiale validati I.S.P.R.A. mirati al contenimento della specie sul territorio della Regionale.

Il corso abilitativo è rivolto:

  • ai titolari di azienda agricola, proprietari o conduttori di fondi, ricadenti nella regione Molise e in possesso di porto d’armi per uso venatorio in corso di validità;
  • ai titolari di porto d’armi in corso di validità per uso venatorio residenti nella regione Molise da almeno 3 anni.

Il corso avrà una durata di:

  • 25 ore, con quota di partecipazione di Euro 90,00 per coloro che non sono in possesso di precedenti titoli abilitativi riconosciuti.
  • 12 ore, con quota di partecipazione di Euro 40, per coloro che sono in possesso del titolo abilitativo alla caccia di selezione nella Regione Molise.

Al termine della fase formativa il candidato che avrà frequentato il corso per almeno l’80% delle ore previste dovrà sostenere un esame scritto ed una prova orale il cui superamento darà diritto d’accesso alla prova finale abilitativa di tiro.

 

Il modello di domanda per l’iscrizione al corso è fruibile sul sito Internet di Coldiretti Molise (https://molise.coldiretti.it/), e sui siti istituzionali degli A.T.C. della regione Molise. La domanda, debitamente compilata e sottoscritta, corredata di documento di identità del richiedente, copia del porto d’armi e copia della ricevuta di versamento, dovrà essere trasmessa via mail al seguente indirizzo: selecontrollo.molise@coldiretti.it. Le domande potranno essere presentate a partire dal prossimo 6 giugno e fino al 30 giugno 2022.

Regolamento e Domanda di accesso per i cacciatori non residenti annata venatoria 2022/2023

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA
N.3 ISERNIA

Stagione Venatoria 2022/2023

Regolamento di ammissione Cacciatori non residenti

Art. 1: L’attività venatoria nell’Ambito Territoriale di Caccia n. 3 di Isernia può essere praticata in tutto il territorio venabile della Provincia di Isernia, con esclusione delle aree protette o con regime particolare di caccia (Aziende faunistiche ed area di contigua del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise).E’ consentita a tutti i titolari muniti di valida licenza di porto di fucile per uso di caccia e delle polizze assicurative per la responsabilità civile verso terzi con i massimali stabiliti dalla legge.

Art. 2. In attuazione della Legge 11/02/1992 n° 157, della L.R. 10/08/1993 n° 19, l’attività venatoria nella Provincia di Isernia può essere esercitata nel seguente ambito territoriale di caccia denominato A.T.C.3 Isernia. Le limitazioni di accesso sono calcolate in base all’indice di densità venatoria minimo previsto dall’art. 18 comma 3 della L.R. n° 19/93 e ss.mm.ii e alla regolamentazione dell’attività venatoria che sarà emanata dalla Regione Molise per effetto dell’art. 28 della predetta legge regionale.

Art. 3:I Cacciatori non residenti nella Regione Molise, interessati a praticare l’attività venatoria in questo A.T.C.3 dovranno produrre istanza di ammissione utilizzando, esclusivamente, l’apposita modulistica allo scopo predisposta a mezzo telematico.

Art. 4: Le suddette istanze dovranno essere compilate nell’apposito modulo a disposizione sul sito web www.atc3isernia.com; la data ultima per la compilazione del modulo è  del 9 luglio 2022.

Art. 5: Come disposto dall’art. 22 comma 6 della L.R. n° 19/93 e ss.mm, non saranno comunque ammessi i cacciatori che, essendo stati ammessi nella stagione venatoria “2021/2022”, non hanno provveduto a restituire, entro il 10 Marzo 2022, copia del tesserino regionale rilasciato dalla propria Regione o Provincia di residenza. L’ammissibilità sarà comunque subordinata alle scelte che verranno adottate dalla regione Molise per effetto delle disposizioni contenute nell’art. 19, comma 4 della l. n°157/92 e nell’art.28, comma 2 della l.r. n°19/93. e ss.mm.ii.

Art. 6: Nel rispetto delle norme emanate dal Regolamento europeo (UE) 2016/679 e ss.mm.ii. (meglio noto come GDPR), (in materia di protezione dei dati personali), gli elenchi dei cacciatori ammessi e di quelli posti nelle graduatorie di riserva saranno pubblicati solo ed esclusivamente sul sito Internet della A.T.C. n° 3 Isernia www.atc3isernia.com

 

 

Art. 7: La quota individuale di ammissione è fissata in €. 168,00  da effettuarsi, soltanto in caso di ammissione, sul: c.c. Bancario : IBAN :     IT 90 G 01030 15600 000063137534,

codice BIC PASCITM1ISX, intestato a: AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA, indicando, obbligatoriamente, la causale del versamento (Quota di Ammissione all’A.T.C. n. 3 di Isernia annata venatoria 2022/2023);

Art. 8: In caso di ammissione agli aventi diritto sarà rilasciata apposita autorizzazione;

Art. 9: In caso di smarrimento della suddetta autorizzazione dovrà essere prodotta apposita richiesta di rilascio del duplicato, corredata da apposita denuncia.

Art. 10: Potranno essere ammessi a praticare l’attività venatoria nell’A.T.C. n. 3 di Isernia tutti i cacciatori non residenti in regioni che siano in regola con la necessaria documentazione.

Art. 11: Il Comitato di Gestione dell’A.T.C. n. 3 di Isernia provvederà ad ammettere gli aventi diritto dando precedenza a coloro che risulteranno in possesso delle seguenti priorità e nell’ordine di seguito elencato:

  1. Nativi della Provincia di Isernia/Reg. Molise ;
  2. Figli di nativi e relativo genitore
  3. Proprietari di unità immobiliari a destinazione residenziale site nei comune della provincia di Isernia (Immobili riferibili alle categorie castali A1, A2, A3, A4, A6, A7, A8, A9, A11.
  4. Coniuge di nativo della Provincia di Isernia
  5. Ultra settantenni. ( Massimo 1/8 dei posti assegnati )
  • Nel caso di multiproprietà è consentito l’accesso ad uno dei proprietari in accordo tra di loro, ovvero in caso di mancato accordo avrà diritto prioritario colui che presenterà per primo la richiesta.
  • Nel caso in cui le richieste degli ultrasettantenni superano la soglia di 1/8 dei posti assegnati con ordine di priorità, dalla Regione, si procederà all’assegnazione mediante sorteggio.
  • In caso di ulteriore disponibilità di posti si procederà a mezzo sorteggio che sarà effettuato dal Comitato di gestione tramite apposita sottocommissione.

Tutti i richiedenti dovranno dimostrare il possesso dei requisiti richiesti con idonea documentazione che dovrà essere prodotta in copia autentica e allegata necessariamente alla domanda.

Art. 12: Non verranno prese in considerazione le istanze dei cacciatori pervenute prima della pubblicazione del presente regolamento sul sito web del Comitato, quelle compilate in data posteriore ai termini di cui innanzi all’ art 4, quelle incomplete, irregolari, difformi dal modello predisposto da questo A.T.C. 3 di Isernia o nelle quali non risultino le dichiarazioni previste dallo stesso Ente e quanto di seguito riportato nell’art. 14. N.B. le domande incomplete non verranno prese in considerazione.

Art. 13: I modelli delle istanze di ammissione all’A.T.C. – sono compilabili unicamente sul sito web site del Comitato, facendo riferimento alla sezione “Home” del sito “www.atc3isernia.com”.

Art.14: Al modello di domanda, deve essere necessariamente allegata copia del porto d’armi in corso di validità, ovvero, in caso di rilascio o rinnovo, copia di documento d’identità (si specifica, tuttavia, che all’atto di ritiro dell’autorizzazione, dovrà essere esibito il porto d’armi).

Art.15: Il mancato ritiro dell’autorizzazione da parte del cacciatore non residente ammesso all’esercizio venatorio sul’ A.T.C. 3 di Isernia entro il termine perentorio prestabilito e pubblicato sul sito istituzionale comporta la perdita del diritto di accesso per l’annata in corso.

f.to Il Presidente

Dr. Guerino Capaldi

Caccia al cinghiale Regione Molise, modulo dichiarazione caposquadra e vice caposquadra

DGR_134_2019-1

1) DISCIPLINARE-LINEE-GUIDA-CACCIA-AL-CINGHIALE

2) DICHIARAZIONE-CAPO-E-VICE-CAPOSQUADRA-2

 

Secondo quanto sancito al commma 1 dell’art. 1 della  DGR_134_2019-1 della Regione Molise ;  La richiesta di iscrizione con l’annesso modulo contente i dati completi del caposquadra e vice caposquadra vicario, depositato presso il  competente A.T.C. ; le richieste di iscrizione o riconferme devono pervenire  entro e non oltre il 31 (trentuno) maggio di ogni anno.

 

3) ISCRIZIONE DI ADESIONE ALLA SQUADRA

4) ISCRIZIONE SQUADRE

Il modulo di adesione alla squadra e l’Iscrizione squadra, moduli 3 e 4 devono essere trasmessi almeno 30 giorni prima dell’inizio della stagione venatoria al cinghiale.

Il modulo di dichiarazione con i relativi documenti allegati può essere trasmesso a mezzo mail al seguente indirizzo: info@atc3isernia.com     atc3@pec.it.

Domanda di Iscrizione all’Albo dei Cacciatori di Selezione al Cinghiale 2022

 

La Regine Molise con D.G.R. nr 88 del 31 marzo 2022 ha differito l’ avvio del prelievo in selzione del cinghaile al 13 Aprile 2022.

Per l’iscrizione all’Albo dei Cacciatori di Selezione al Cinghiale della Regione Molise  è necessario compilare il  modello di domanda predisposto, medianteil link sottostante ed inoltrarlo debitamente  compilato presso la segreteria dell’ATC per gli adempimenti successivi.

                                

 

D.G.R. Molise nr 88 del 31 marzo 2022

DOMANDA-D-ISCRIZIONE-ALL’ALBO-DEI-CACCIATORI-DI-SELEZIONE-REGIONE-MOLISE-anno-2022

Bollettino-postale

Cacciatori-di-selezione-2022-COMUNICAZIONE-

Bando per la realizzazione e la gestione di strutture mobili per il pre-ambientamento di leprotti da ripopolamento faunistico dell’A.T.C. 3 Isernia 2022

 BANDO:    Bando 2022

DOWNLOAD MODULO DOMANDA     :Modulo Domanda recinto leprotti_2022  ⇐⇐

atto di assenso: Atto di assenso terreni

 

Prot. A.T.C 3 IS nr.132 del 30-3-2022

Bando anno 2022

BANDO PER LA REALIZZAZIONE E LA GESTIONE DI STRUTTURE MOBILI

PER IL PRE-AMBIENTAMENTO DI LEPROTTI DA RIPOPOLAMENTO FAUNISTICO DELL’ATC3 ISERNIA

 

1) Oggetto del bando

L’ A.T.C. n.3 Isernia, nel più ampio progetto di ripopolamento faunistico per il ripristino ottimale  della selvaggina di base  , mediante preambientamento sul territorio di competenza della selvaggina stanziale  acquistata a suo onere; dispone delle strutture faunistiche complete, ma non dispone né di terreni né di forza lavoro propria, per l’effetto intende delegare a volontari che si auto dichiarino già formati, informati ed addestrati in materia e normativa, nonché capaci, la realizzazione e la gestione di recinti mobili  a cielo aperto sui propri terreni al fine del pre-ambientamento di leprotti nelle aree vocate.

All’attività di comodato del terreno e di volontariato non seguirà compenso, in qualsiasi modo qualificato, ed è espressamente previsto che i volontari non avranno neanche indennizzi per disatteso e reietto infortunio, malattia e responsabilità civile verso terzi, peculiarità per cui sono invitati a stipulare autonomamente polizza assicurativa con una parte del rimborso spese che riceveranno e di cui appresso.

 

2) Tipi di strutture da impiantare

Le strutture di pre-ambientamento, per la cui realizzazione e gestione è previsto il rimborso spese parziale, saranno costituite principalmente da recinti mobili elettrificati di proprietà dell’ATC, di altezza approssimativa di un metro, sostenuti da paletti in legno o plastica, secondo le indicazioni contenute nell’elaborato progettuale e nel Piano Operativo di Sicurezza visionabili presso la sede dell’A.T.C n.3 ISERNIA (c/o Palazzo della Provincia di Isernia, in via Berta, Isernia) che forma parte integrante e sostanziale del presente atto; limitatamente alle strutture che ospiteranno i leprotti , potranno essere completate da nascondigli , abbeveratoi e mangiatoie secondo le indicazioni contenute nell’elaborato progettuale visionabile presso la sede dell’A.T.C n.3 ISERNIA e che forma parte integrante e sostanziale del presente atto.

3) Tipo di gestione

Le attività a cui il gestore (in proprio o attraverso personale volontario di fiducia capace, formato, informato, addestrato e assicurato) si obbliga se verrà stipulata la convenzione sono, a titolo meramente indicativo e non esaustivo:

  1. Messa a disposizione del terreno;
  2. Trasporto e montaggio della struttura entro 7 giorni dalla comunicazione dell’ATC;
  3. Eradicazione della vegetazione lungo la fascia perimetrale del recinto per una larghezza complessiva di almeno 1,00 sia all’interno che all’esterno;
  4. Verbalizzazione delle immissioni dei leprotti nella struttura e comunicazioni del caso;
  5. Pre-ambientamento di approssimativamente n° 20 leprotti dell’età presumibile di circa 60 – 80 gg. da introdurre all’interno della struttura di preambientamento nel periodo che verrà comunicato, certamente primaverile – estivo, con stabulazione di circa 20/25 giorni;
  6. somministrazione giornaliera qualora necessario di alimenti qualora necessari (forniti dall’allevatore o comunque dall’ATC; l’impegno a somministrare gli alimenti si protrae anche nei 15 giorni successivi al rilascio degli animali) nonché acqua e tutto quanto altro d’occorrenza eventualmente ordinato dal tecnico veterinario incaricato dall’ATC o dalla ASReM;
  7. vigilanza al fine di scongiurare/rendere difficile:
    • i furti o i danneggiamenti delle attrezzature dell’ATC;
    • i furti/predazione della fauna stabulata;
    • qualsiasi atto contrario alla fase di preambientamento
  8. verifica periodica dell’integrità degli elementi strutturali utilizzati nel corso delle attività gestionali;
  9. Carico dal luogo di deposito e montaggio della struttura faunistica; smontaggio e trasporto della struttura in deposito, ripristino dei luoghi e comunicazioni del caso.

 

4)  Requisiti richiesti per la candidatura

Per la candidatura sono richiesti i seguenti requisiti:

a)      Dichiarazione di essere già formato, informato ed addestrato su tutte le attività e norme dirette e indirette per la realizzazione e gestione del progetto in parola e di essere capace a realizzarlo;

  1. Dichiarazione di possesso di idoneo terreno compreso in uno dei comuni sopra indicati, con le seguenti caratteristiche minime/inderogabili:
    • superficie di estensione di almeno ha 1;
    • andamento pianeggiante o leggermente pendente;
    • idonea copertura vegetale costituita in particolar modo da cespugli preferibilmente ginestrai, arbusti e specie arboree collocate possibilmente nella parte centrale;
    • presenza di acqua necessaria all’abbeveraggio;

 

5) Quantificazione dei rimborsi da erogare per la gestione della struttura di ambientamento

A fronte degli adempimenti richiesti al soggetto gestore della struttura di ambientamento, l’A.T.C n.3 ISERNIA erogherà un rimborso spese forfettario omnicomprensivo, certamente inferiore alle reali spese sostenute, pari ad € 300,00 _ per la gestione del preambientamento dei leprotti.

Le predette somme opportunamente rendicontate saranno erogate dall’A.T.C. n° 3 Isernia a seguito della verifica del regolare adempimento effettuato con proprio personale ispettivo.

 

6) Modalità di erogazione del compenso

 Il compenso opportunamente rendicontato dovrà essere richiesto sottoscrivendo l’apposito modulo predisposto entro e non oltre il termine perentorio di giorni 30 dalla data di redazione del verbale di apertura della struttura di preambientamento. Successivamente verrà erogato tramite bonifico bancario, nei  30 giorni successivi  dalla richiesta.

 

7) Modalità per la presentazione delle istanze

Coloro che intendano candidarsi alla presente procedura dovranno inoltrare all’A.T.C. n.3 ISERNIA, ESCLUSIVAMENTE:

  • a mezzo pec, all’indirizzo ATC3@pec.it ;
  • brevi manu, presso la sede dell’A.T.C.; 3 Isernia
  • a mezzo raccomandata, all’indirizzo: A.T.C n.3 ISERNIA, c/o Palazzo della Provincia di Isernia, in via Berta, 86170 Isernia (IS);

entro e non oltre le ore 12 del giorno _14 Aprile 2022___ (non farà fede il timbro postale, ma la data di effettiva consegna del vettore all’ATC, al fine di garantire le tempistiche amministrative, già ristrette, per eseguire la procedura) apposita istanza redatta secondo il modello   allegato o reperibile presso la sede dell’ATC.

 

A tale istanza dovrà essere allegata la seguente documentazione:

–    indicazione esatta dei luoghi, georeferenziata o con mappali/catastali;

–    autorizzazione espressa ai fiduciari dell’ATC di accedere sui luoghi, anche senza preavviso, sia in sede di valutazione delle domande sia durante le eventuali operazioni di ambientamento;

–    accettazione incondizionata di tutti gli oneri e obblighi previsti nel disciplinare della procedura;

–    dichiarazione sostitutiva resa ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. n° 445/2000 nella quale l’interessato dichiari:

•   di essere già formato, informato ed addestrato su tutte le attività e norme dirette e indirette per la realizzazione e gestione del progetto in parola;

•   di delegare ai suoi compiti solo volontari capaci, già formati, informati ed addestrati su tutte le attività e norme dirette e indirette per la realizzazione e gestione del progetto in parola;

•   di sapere che:

•   gli animali dovranno essere seguiti, essenzialmente su un controllo discreto, a distanza, durante i primi giorni di ambientamento per individuarne eventuali comportamenti anomali. L’ingresso nel recinto qualora indispensabile, per la distribuzione dell’alimento ed altre operazioni, dovrebbe avvenire  sotto richiesta da parte dell’ATC e di preferenza nel pomeriggio  ;

•   di avere il pieno ed incondizionato possesso del terreno offerto;

•   che il terreno è idoneo all’attività per cui la procedura ed ha:

•   superficie di estensione di almeno ha _1_;

•   andamento pianeggiante o leggermente pendente;

•   idonea copertura vegetale costituita in particolar modo da cespugli, arbusti e specie  arboree collocate possibilmente nella parte centrale;

•   presenza, naturale o meno, di sufficiente ed idonea acqua necessaria all’abbeveraggio.

 

5) Valutazione delle istanze

I recinti vanno ubicati necessariamente nelle aree ed ambienti idonei al preambientamento della lepre;

l’ATC redigerà tramite apposita commissione una graduatoria delle istanze che perverranno sulla base:

  • Ordine cronologico di presentazione delle richieste;
  • Caratteristiche  ambientali del sito indicato di impianto:
  • presenza e tipo di vegetazione, aree cespugliate, con nascondigli naturali, possibilmente ginestrai;
  • aree asciutte non aride prive di ristagni idrici;
  • ambiente vocato e adeguato al preambientamento della lepre, qualora possibili in zone facilmente controllabili, e altre zone d’interesse faunistico ambientale e comunque distanti da qualsiasi zona inibita all’attività venatoria.
  • Fermo restante i precedenti criteri di valutazione l’ A.T.C. può attribuire la priorità alle richieste in cui si esplicita la rinuncia al rimborso spese previste.

 

Le istanze verranno valutate a insindacabile giudizio dell’A.T.C. ; una volta redatta la graduatoria il candidato verrà invitato a formalizzare  l’impegno irrevocabile con il quale si impegnerà a realizzare quanto in disciplinare a pena dei danni e spese in caso di azioni contrarie al disciplinare od omissioni;

L’A.T.C. si riserva la facoltà di non procedere all’aggiudicazione del progetto, o di annullarlo in itinere, a insindacabile giudizio dell’ATC, per la parte non ancora eseguita; nel primo caso i gli offerenti non avranno alcun diritto, nel secondo caso gli aggiudicatari riceveranno per intero il rimborso spese parziale se avranno iniziato quanto a loro onere.

 

Per qualsiasi informazione in merito, si prega rivolgersi all’Ufficio dell’A.T.C n.3 ISERNIA (c/o Palazzo della Provincia di Isernia, in via Berta, Isernia)

Copia integrale del bando è reperibile presso la sede dell’A.T.C. n.3 ISERNIA

 

F.to

A.T.C. 3 Isernia

Manifestazione d’interesse per la fornitura di leprotti preambientati

AMBITO TERRITORIALE CACCIA num. 3 – ISERNIA

Via G. Betta 86170 Isernia, tel 0865 411472 e mail:  info@atc3isernia.com  email pec atc3@pec.it Web site: www.atc3isernia.com

 

Disciplinare: disciplinare leprotti già preambientati atc3 2022

Prot. Num __130_ del _30_/3/2022

 

Si rende noto che l’Ambito Territoriale Caccia n. 3 di Isernia intende espletare un’indagine di mercato al fine di acquisire manifestazioni di interesse a partecipare alla fornitura, ai sensi dell’art. 36 comma 2 del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i, per la fornitura di “Numero 20 ( venti ) leprotti di 80 -90 giorni di età preambientati allo stato di libertà naturale nelle strutture faunistiche del fornitore soggette a sopralluoghi da parte dell’A.T.C 3 Is nel corso del preambientamento da immettere in più soluzioni sul territorio di competenza entro il mese di Maggio 2022. Rapporto M/F da indicare nell’offerta”

 

C.I.G. Z3B359A495

 

IMPORTO A BA SE DI GARA , I VA ESCLUSA : a indicazione dell’offerente

 

 

  1. Descrizione della Fornitura

 

 

Fornitura di  Leprotti, Numero 20 ( venti ) di 80 -90 giorni di età, preambientati allo stato di libertà naturale nelle strutture faunistiche del fornitore soggette a sopralluoghi da parte dell’A.T.C 3 Is nel corso del preambientamento da immettere in più soluzioni sul territorio di competenza entro il mese di Maggio 2022le. Importo a base di gara : a indicazione dell’offerente

2.   Luogo e modalità di esecuzione della fornitura

 

 

  • La valutazione della fornitura, prima dell’immissione, dovrà essere effettuata nella sede dell’A.T.C.3 in Isernia via berta palazzo provincia, ovvero altro luogo indicato dalla ASReM o ATC; successivamente la fornitura andrà trasportata nei territori dei comuni che verranno indicati dall’A.T.C. in più

 

  • La fornitura dovrà essere effettuata nel rispetto dei termini temporali successivamente indicati all’art. 4 con le seguenti modalità:

 

  • La consegna della selvaggina deve essere effettuata in imballaggio idoneo per legge al trasporto di animali vivi, regolare e perfettamente integro avente prese d’aria; l’imballaggio deve essere ecologico ed anti trauma del tipo a perdere, da smaltire ad onere e spesa del fornitore. Il trasporto da parte della ditta aggiudicataria deve avvenire non oltre 5 ore dal luogo di allevamento/cattura fino alla luogo di consegna, al fine di garantire la il benessere degli animali.

 

  • La selvaggina in oggetto verrà trasportata con mezzi idonei dalla ditta fornitrice, regolarmente autorizzati secondo le vigenti normative igienico sanitarie per il trasporto di animali vivi, con ogni precauzione di legge e di buona pratica;

 

  • La consegna della selvaggina deve avvenire nei tempi e nei modi indicate dall’A.T.C. ed eventualmente dalle Autorità

 

  • La selvaggina al momento della consegna dovrà essere accompagnata da tutte le certificazioni di legge, in primis dall’attestazione “modello 4” rilasciata dalla locale Unità Sanitaria Locale di competenza, in originale o copia Al fine di evitare subappalti che invaliderebbero il contratto con penali e risarcimenti, le certificazioni dovranno essere intestate al fornitore.

 

  • Durante le fasi di rilascio della selvaggina sarà necessaria la presenza del titolare della ditta aggiudicataria, o di un suo delegato all’uopo autorizzato per L’idoneità all’ammissione dei capi consegnati sarà valutata dall’A.T.C. ad insindacabile giudizio; i capi ritenuti non idonei saranno contestati immediatamente e conseguentemente non conteggiati alla fine del pagamento, inoltre dovranno essere sostituiti senza ritardo a cura e spese del fornitore, fatte salve le penali e I risarcimenti di seguito riportati al punto 3.
  • La cattura dovrà avvenire, alla presenza di delegati dell’A.T.C., non prima di 4 ore dalla consegna

 

  • Prima della fornitura la ditta aggiudicataria dovrà fornire la consulenza tecnico/sanitaria all’ATC/Componenti della commissione e dovrà consentire sopralluoghi per verificare il “pre-ambientamento” in loco, il tutto ad onere e spesa dell’appaltatore ivi incluse le trasferte della COmmissione; in caso l’ATC ritenga di potere/volere effettuare ulteriore preambientamento presso l’appaltatore o nell’ambito dell’ATC-3, per tutto il periodo necessario la ditta dovrà effettuare verifica periodica delle strutture mediante sopralluoghi con cedenza di almeno due interventi settimanali garantendo la sopravvivenza degli animali per almeno  l’80% del dall’inizio dell’eventuale ulteriore preambientramento fino al rilascio; La ditta aggiudicataria dovrà inoltre forniore intervento tecnico in loco entro 5 ore in caso di necessità da parte dell’ente.

In caso di mortalità, agli animali verra effettuato prelievo del siero con oneri a carico della ditta aggiudicataria.

La fornitura dovrà essere immediatamente esecutiva e in ogni caso la fase di preambientamento dovrà concludersi entro e non oltre Maggio 2022. La ditta aggiudicataria dovrà farsi carico della verifica di regolare funzionalità e bonifica delle eventuali strutture fisse di preambientamento mediante sopralluoghi con personale dell’ATC. La ditta aggiudicataria dovrà fornire inoltre apposita consulenza tecnica applicativa e operativa in loco mediante apposita formazione del personale individuato dall’ATC 3 Isernia per gestire le eventuali strutture faunistiche.

 

2.1.10. La selvaggina in oggetto dovrà essere munita di forcella auricolare in tecnopolimero del tipo “leper” recante la scritta ATC 3, anno e  numerazione progressive, di colore da concordare con l’atc. Le forcelle auricolari debbono essere apposte ai leprotti durante l’immissione alla presenza del personale dell’ATC 3.

 

3.   Garanzie

 

  • Il fornitore aggiudicatario sarà chiamato a formalizzare, a garanzia delle obbligazioni assunte con il contratto, apposita fideiussione bancaria o assicurativa per importo pari al 10% del valore del contratto stesso, ovvero provvedere al deposito di assegno circolare intestato all’Ambito Territoriale di Caccia 3 di Isernia, del medesimo valore, costituito nelle modalità previste dell’art.93 del d.lgs. n 50/2016; Tale garanzia verrà svincolata entro 10 giorni dalla certioficazione di regolare esecuzione della fornitura.
  • Nel caso in cui i capi di selvaggina non risultino idonei al termine dell’eventuale ulteriore preambientamento, verrà contestata la ditta fornitrice che si assumerà l’onere di sostituzione entro dieci giorni, il ritiro dei capi contestai e le penali come da contratto.

 

  • L’A.T.C.3 di Isernia, di pieno diritto, incamererà la fideiussione e chiedera danni e spese qualora in occasione di eventuali controlli della fornitura, atti a verificare lo stato di selvaticità della selvaggina e la veridicità di quanto dichiarato dalla ditta, riscontri delle incongruenze.

 

  • L’A.T.C.3 di Isernia, o Il Veterinario Incaricato ASREM di pieno diritto, allo scarico potrà richiedere il prelievo del siero qualora necessario ai fini  dei controlli di  profilassi In ogni caso prima dell’aggiudicazione delle fornitura verrà eseguito il prelievo del siero con oneri a carico della ditta aggiudicatrice.
  • Il mancato rispetto del rapporto di consegna di Maschio e Femmina sarà soggetto all’applicazione di una penale di Euro 700,00 per ogni singolo caso; alla mancata consegna oltre il giorno stabilito dall’ATC verrà applicata una penale di euro 500,00 per ogni giorno di ritardo partendo dalla data comunicata per la consegna; per tutte le altre infrazioni sanabili, verrà applicata una penale di euro 100,00 giornaliera e sempre fatto salvo il risarcimento dell’ulteriore danno.

 

4.    Dur ata e ter mi ni d el l ’esecuz i on e d el l a for ni tur a

 

La su detta fornitura dovrà essere distribuita nelle quantità e nei territori dei comuni che verranno indicati dall’A.T.C.3 in varie soluzioni e ripartizioni e terminare con il preambientamento entro e non oltre maggio 2022.

 

 

5.   Elementi economici e criteri per la valutazione dei preventivi di offerta

 

 

5.1.1. Il prezzo massimo previsto rispetto al quale formulare l’offerta, da intendersi come base di confronto delle offerte per la fornitura in oggetto è determinato in Euro 5.000,00 oltre iva di legge per l’intera fornitura di beni e servizi appaltati, connessi e consequenziali.

 

 

 

6.   Riscontro della congruità dei prezzi

 

 

L’accertamento della congruità dei prezzi offerti dalle imprese invitate alla consultazione può essere effettuato dall’A.T.C. attraverso elementi di riscontro dei prezzi.

 

 

6.   Aggiudicazione della fornitura

 

 

  • La fornitura sarà aggiudicata al soggetto che avrà offerto il minor prezzo secondo quanto previsto dall’art. 95 comma 4 del lgs. 50/2016, fermo restando il c.d. “controllo qualità”
  • L’A.T.C. si riserva di aggiudicare la fornitura anche in presenza di una sola
  • L’A.T.C. si riserva la facoltà di non procedere all’aggiudicazione della fornitura qualora nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all’oggetto della
  • L’A.T.C. per la verifica della fornitura in Oggetto nominerà una commissione composta da più membri, che si riservano il diritto di effettuare  visita presso la ditta prima o dopo l’aggiudicazione provvisoria della gara, a totale spesa della ditta, senza obbligo di preavviso: si verificheranno le aree di nascita, allevamento, cattura, si assiterà alla cattura e all’apposizione di appositi sigilli riconoscitivi, all’acquisizione di tutta la documentazione Qualora detta verifica sarà negativa non si procederà alla sottoscrizione del contratto, si incamererà la cauzione e sarà chiesta penale, Danni e spese con aggiudicazione mediante scorrimento se ancora possibile, ovvero con nuova e diversa procedura con oneri e surplus a carico della ditta inadempiente.

 

 

8.   Requisiti di partecipazione:

 

Gli operatori economici interessati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • inesistenza di cause di esclusione di cui all’art. 80 Lgs. 50/2016 e s.m.i.;
  • iscrizione nel registro delle imprese per la specifica attività oggetto della fornitura;
  • essere titolare di allevamento a scopo di ripopolamento, autorizzato ai sensi delle normative
  • Requisiti di capacità economica finanziaria di cui all’art. 83 comma 1 lettera a;b;c; del 80 Lgs. 50/2016 e s.m.i.; comprovato da idonea documentazione.
  • Requisiti morali (in primis, antimafia);
  • DURC regolare.

 

I requisiti devono essere posseduti alla data di pubblicazione del presente avviso, permanere per tutta la fase di affidamento e per la fase esecutiva.

 

 

 

9.    Mod al i tà d i p r esent azi on e d ell ’of f erta

 

 

Gli operatori economici che intendono partecipare alla procedura in oggetto, devono far pervenire l’offerta per la fornitura esclusivamente a mezzo pec a entrambi gli indirizzi atc3@pec.it + antimo.gatta@pec.it (Ente+RUP) entro il termine perentorio del giorno 6 aprile 2022 alle ore 12:00; l’oggetto della pec dovrà contenere la dicitura: “n 20 leprotti preambientati per ripopolamento faunistico ATC3 Isernia”; l’offerta dovrà indicare il costo unitario per ogni singolo capo, quello complessivo, iva esclusa, da esprimersi in cifre e in lettere; in separato file dovrà esserci la autodichiarazione di possedere I requisiti di cui all’art 8( morali, professionali e finanziari, durc regolare, etc) e di accettare incondizionatamente tutte le previsioni, oneri, penali di cui al presente disciplinare, anche nelle parti vessatorie. NB l’offerta come formulate resterà valida anche dopo l’apertura delle buste, per 14 giorni, al fine di permettere disattesi e reietti scorrimenti di graduatoria in caso di necessità.

L’ATC 3 Isernia si riserva la facoltà discrezionale di invitare ulteriori concorrenti.

 

 

10.   No n sar ann o p r ese in con si d er azi oni of f er te p er ven u te al l ’A T C su cc essi vamen te al d ett o   termine.

10.1.          Non è consentito il subappalto

 

11.   Documentazione da presentare netgli stretti tempi tecnici successive alla comunicazione di aggiudicazione provvisoria:

 

  • Autorizzazione per l’allevamento di fauna da ripopolamento con relativo pagamento della tassa di concessione per l’anno in

 

  • copia fotostatica di un documento di identità

 

 

12.    le pubblicazioni sul sito www.atc3isernia.com, hanno valore di notifica agli interessati con riferimento alla presente procedura, quindi è opnere delle parti consultare l’indirizzo con regolarità.

 

 

  1. La partecipazione alla presente indagine di mercato non costituisce prova del possesso dei requisiti generali richiesti per l’affidamento della fornitura in oggetto che dovranno essere dichiarati e

 

ULTERIORI PRECISAZIONI: Il presente Avviso non costituisce affatto avvio di procedura amministrativa né proposta contrattuale e non vincola in alcun modo l’ATC 3 Isernia che sarà libero di avviare altre procedure. L’ATC 3 Isernia si riserva di interrompere in qualsiasi momento, per ragioni di sua esclusiva competenza, il procedimento avviato e di intraprenderne altri, senza che i soggetti richiedenti possano vantare alcuna pretesa

 

I dati forniti verranno trattati, ai sensi del D.lgs. 196/2003 e del GDPR (Regolamento Privacy esposto in ATC: potrà essere consultato in qualsiasi momento ed inviato a semplice richiesta) esclusivamente per le finalità connesse all’espletamento delle procedure relative alla presente indagine di mercato, connessi e consequenziali

 

 

  1. Risoluzione del contratto

Ai sensi dell’articolo dell’art. 1456 l’A.T.C. può ritenere risolto il contratto nei seguenti casi:

 

più di due inadempimenti, se non risolti entro 7 giorni dalla contestazione.

Inosservanza delle direttive dell’A.T.C.

Inosservanza da parte dell’appaltatore degli obblighi previsti dalla normativa vigente in sicurezza di lavoro o prevenzione covid-19 o altro di normative d’emergenza.

La risoluzione del contratto prevede l’incameramento della cauzione da parte dell’A.T.C., oltre penale Danni e spese.

Potrà essere causa di risoluzione del contratto senza penali l’eventuale mancata autorizzazione da parte della provincia di Isernia, o di altra AUtorità sanitaria/di legge di effettuare ripopolamento. In tale disattesa e reietta ipotesi il contratto si riterrà risolto di diritto e si procederà alla restituzione della cauzione.

 

  1. Modalità di pagamento.

L’A.T.C. provvederà al pagamento di quanto a suo onere entro 30 giorni dalla fattura e dalla dichiarazione di regolare esecuzione da parte del RUP.

Responsabile del procedimento

 

Il responsabile del procedimento è il prof Antimo GATTA

Foro competente

il foro è esclusivamente quello di Isernia.

 

Il RUP

 

Prof Antimo GATTA

Manifestazione d’interesse per la fornitura di leprotti da preambientare anno 2022

 

 

AMBITO TERRITORIALE CACCIA num. 3 – ISERNIA

Via G. Betta 86170 Isernia, tel 0865 411472 e mail:  info@atc3isernia.com  email pec atc3@pec.it Web site: www.atc3isernia.com

 

Disciplinare: Disciplinare leprotti da preambientare_2022

Prot. Num __129_ del _30_/3/2022

 

Si rende noto che l’Ambito Territoriale Caccia n. 3 di Isernia intende espletare un’indagine di mercato al fine di acquisire manifestazioni di interesse a partecipare alla fornitura, ai sensi dell’art. 36 comma 2 del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i, per la fornitura di “Leprotti da ripopolamento di 80 /100 gg d’età in rapporto 1 maschio 2 femmine da preambientare in apposite strutture faunistiche mobili ad opera dell’ A.T.C 3 Is, sul proprio territorio di competenza con immediata esecutività a partire dalla  prima decade di aprile  2022 e termine entro la prima decade di giugno 2022 in più soluzioni secondo le disposizioni dell’ ente; l’impegno di spesa di € 38.500,00 oltre oneri previsti per legge”

 

C.I.G. Z41359A43D

 

IMPORTO A BA SE DI GARA , I VA ESCLUSA : € 38 .500,00

 

 

  1. Descrizione della Fornitura

 

 

Fornitura di  Leprotti, nati e allevati in allevamento Italiano con età preferibilmente compresa tra i 80-100  giorni in rapporto 1 maschio e 2 femmine, appartenenti ad un unico lotto, la cui alimnetazione sia priva di mangimi, con peso medio variabile preferibilmente da kg 1,2 a 1.4 a capo . I leprotti verranno preambientare nelle strutture faunistiche mobili elettrificate a cura dell’ATC 3 di Isernia mediante proprio personale. Importo a base di gara 38500,00 oltre iva di legge

 

2.   Luogo e modalità di esecuzione della fornitura

 

 

  • La valutazione della fornitura, prima dell’immissione, dovrà essere effettuata nella sede dell’A.T.C.3 in Isernia via berta palazzo provinciale, ovvero altro luogo indicato dalla ATC o ASReM; successivamente la fornitura andrà trasportata nei territori dei comuni che verranno indicati dall’A.T.C. in più

 

  • La fornitura dovrà essere effettuata nel rispetto dei termini temporali successivamente indicati all’art. 4 con le seguenti modalità:

 

  • La consegna della selvaggina deve essere effettuata in imballaggio idoneo per legge al trasporto di animali vivi, regolare e perfettamente integro avente prese d’aria; l’imballaggio deve essere ecologico ed anti trauma del tipo a perdere, da smaltire ad onere e spesa del fornitore. Il trasporto da parte della ditta aggiudicataria deve avvenire non oltre 5 ore dal luogo di allevamento/cattura fino alla luogo di consegna, al fine di garantire il benessere degli animali.

 

  • La selvaggina in oggetto verrà trasportata con mezzi idonei dalla ditta fornitrice, regolarmente autorizzati secondo le vigenti normative igienico sanitarie per il trasporto di animali vivi, con ogni precauzione di legge e di buona pratica;

 

  • La consegna della selvaggina deve avvenire nei tempi e nei modi indicate dall’A.T.C. ed eventualmente dalle Autorità in più soluzioni al completamento massimo di due strutture faunistche per ogni singolo scarico al fine di garantire il massimo confort degli animali negli spostamenti locali.
  • La selvaggina al momento della consegna dovrà essere accompagnata da tutte le certificazioni di legge, in primis dall’attestazione “modello 4” rilasciata dalla locale Unità Sanitaria Locale di competenza, in originale o copia Al fine di evitare subappalti che invaliderebbero il contratto con penali e risarcimenti, le certificazioni dovranno essere intestate al fornitore.

 

  • Durante le fasi di rilascio della selvaggina sarà necessaria la presenza del titolare della ditta aggiudicataria, o di un suo delegato all’uopo autorizzato per L’idoneità all’ammissione dei capi consegnati sarà valutata dall’A.T.C. ad insindacabile giudizio; i capi ritenuti non idonei saranno contestati immediatamente e conseguentemente non conteggiati alla fine del pagamento, inoltre dovranno essere sostituiti senza ritardo a cura e spese del fornitore, fatte salve le penali e I risarcimenti di seguito riportati al punto 3.
  • La cattura dovrà avvenire, alla presenza di delegate dell’A.T.C., non prima di 2 ore dalla consegna

 

 

2.1.9. La ditta aggiudicataria dovrà fornire la consulenza tecnico sanitaria per tutto il periodo necessario per il preambientamento con verifica periodica delle strutture mediante sopralluoghi con cedenza di almeno due interventi settimanali garantendo la sopravvivenza degli animali per almeno l’80% dall’inizio del preambientramento al rilascio; La ditta aggiudicataria dovrà inoltre fornire intervento tecnico in loco entro 1.5 ore in caso di necessità da parte dell’ente.

In caso di mortalità, agli animali verra effettuato prelievo del siero con oneri a carico della ditta aggiudicataria.

La fornitur a dovrà essere immediatamente esecutiva e in ogni caso la fase di preambientamento dovrà concludersi entro e non oltre la prima decade del mese di giugno 2022. La ditta aggiudicataria dovrà farsi carico della verifica di regolare funzionalità e bonifica delle strutture fisse di preambientamento mediante sopralluoghi con personale dell’A.T.C. il giono precedente di ogni singolo scarico . La ditta aggiudicataria dovrà fornire inoltre apposita consulenza tecnica applicativa e operativa in loco mediante apposita formazione del personale individuato dall’ATC 3 Isernia per gestire le strutture faunistiche.

 

2.1.10. La selvaggina in oggetto dovrà essere munita di forcella auricolare in tecnopolimero del tipo “leper” recante la scritta ATC 3, anno e numerazione progressive, di colore da concordare con l’atc. Le forcelle auricolari debbono essere apposte ai leprotti durante l’immissione nelle strutture alla presenza del personale dell’ATC 3.

 

3.   Garanzie

 

  • Il fornitore aggiudicatario sarà chiamato a formalizzare, a garanzia delle obbligazioni assunte con il contratto, apposita fideiussione bancaria o assicurativa per importo pari al 10% del valore del contratto stesso, ovvero provvedere al deposito di assegno circolare intestato all’Ambito Territoriale di Caccia 3 di Isernia, del medesimo valore, costituito nelle modalità previste dell’art.93 del d.lgs. n 50/2016; Tale garanzia verrà svincolata entro 10 giorni dalla certioficazione di regolare esecuzione della fornitura.
  • Nel caso in cui i capi di selvaggina non risultino idonei al termine del preambientamento, verrà contestata la ditta fornitrice che si assumerà l’onere di sostituzione entro dieci giorni, il ritiro dei capi contestai e le penali come da contratto.

 

  • L’A.T.C.3 di Isernia, di pieno diritto, incamererà la fideiussione e chiedera danni e spese qualora in occasione di eventuali controlli della fornitura, atti a verificare lo stato di selvaticità della selvaggina e la veridicità di quanto dichiarato dalla ditta, riscontri delle incongruenze.

 

  • L’A.T.C.3 di Isernia, o Il Veterinario incaricato ASREM di pieno diritto, allo scarico potrà richiedere il prelievo del siero qualora necessario ai fini  dei controlli di  profilassi In ogni caso prima dell’aggiudicazione delle fornitura verrà eseguito il prelievo del siero con oneri a carico della ditta aggiudicatrice.

 

  • Il mancato rispetto del rapporto di consegna di 1 Maschio e 2 Femmine sarà soggetto all’applicazione di una penale di Euro 700,00 per ogni singolo caso; alla mancata consegna oltre il giorno stabilito dall’ATC verrà applicata una penale di euro 500,00 per ogni giorno di ritardo partendo dalla data comunicata per la consegna; per tutte le altre infrazioni sanabili, verrà applicata una penale di euro 100,00 giornaliera e sempre fatto salvo il risarcimento dell’ulteriore danno.

 

4.    Dur ata e ter mi ni d el l ’esecuz i on e d el l a for ni tur a

 

La su detta fornitura dovrà essere distribuita nelle quantità e nei territori dei comuni che verranno indicati dall’A.T.C.3 in varie soluzioni e ripartizioni e terminare con il preambientamento entro e non oltre la prima decade del mese luglio 2022.

 

 

5.   Elementi economici e criteri per la valutazione dei preventivi di offerta

 

 

5.1.1. Il prezzo di riferimento massimo previsto rispetto al quale formulare l’offerta, da intendersi come base di confronto delle offerte per la fornitura in oggetto è determinato in Euro 38.500,00 iva oltre iva di legge (trentottomilacinquecento/oo euro iva esclusa) per l’intera fornitura di benie servizi appaltati, connessi e consequenziali.

 

 

 

6.   Riscontro della congruità dei prezzi

 

 

L’accertamento della congruità dei prezzi offerti dalle imprese invitate alla consultazione può essere effettuato dall’A.T.C. attraverso elementi di riscontro dei prezzi.

 

 

6.   Aggiudicazione della fornitura

 

 

  • La fornitura sarà aggiudicata al soggetto che avrà offerto il minor prezzo secondo quanto previsto dall’art. 95 comma 4 del lgs. 50/2016, fermo restando il c.d. “controllo qualità”
  • L’A.T.C. si riserva di aggiudicare la fornitura anche in presenza di una sola
  • L’A.T.C. si riserva la facoltà di non procedere all’aggiudicazione della fornitura qualora nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all’oggetto della
  • L’A.T.C. per la verifica della fornitura in Oggetto nominerà una commissione composta da più membri, che si riservano il diritto di effettuare  visita presso la ditta prima o dopo l’aggiudicazione provvisoria della gara, a totale spesa della ditta, senza obbligo di preavviso: si verificheranno le aree di nascita, allevamento, cattura, si assiterà alla cattura e all’apposizione di appositi sigilli riconoscitivi, all’acquisizione di tutta la documentazione Qualora detta verifica sarà negativa non si procederà alla sottoscrizione del contratto, si incamererà la cauzione e sarà chiesta penale, Danni e spese con aggiudicazione mediante scorrimento se ancora possibile, ovvero con nuova e diversa procedura con oneri e surplus a carico della ditta inadempiente.

 

 

 

8.   Requisiti di partecipazione:

 

Gli operatori economici interessati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • inesistenza di cause di esclusione di cui all’art. 80 Lgs. 50/2016 e s.m.i.;
  • iscrizione nel registro delle imprese per la specifica attività oggetto della fornitura;
  • essere titolare di allevamento a scopo di ripopolamento, autorizzato ai sensi delle normative
  • Requisiti di capacità economica finanziaria di cui all’art. 83 comma 1 lettera a;b;c; del 80 Lgs. 50/2016 e s.m.i.; comprovato da idonea documentazione.
  • Requisiti morali (in primis, antimafia);
  • DURC regolare.

 

I requisiti devono essere posseduti alla data di pubblicazione del presente avviso, permanere per tutta la fase di affidamento e per la fase esecutiva.

 

 

 

9.    Mod al i tà d i p r esent azi on e d ell ’of f erta

 

 

Gli operatori economici che intendono partecipare alla procedura in oggetto, devono far pervenire l’offerta per la fornitura esclusivamente a mezzo pec a entrambi gli indirizzi atc3@pec.it + antimo.gatta@pec.it (Ente+RUP) entro il termine perentorio del giorno 6 aprile 2022 alle ore 12:00; l’oggetto della pec dovrà contenere la dicitura: “Leprotti da preambientare per ripopolamento faunistico ATC3 Isernia”; l’offerta dovrà indicare il costo unitario per ogni singolo capo, quello complessivo, iva esclusa, da esprimersi in cifre e in lettere; in separato file dovrà esserci la autodichiarazione di possedere I requisiti di cui all’art 8( morali, professionali e finanziari, durc regolare, etc) e di accettare incondizionatamente tutte le previsioni, oneri, penali di cui al presente disciplinare, anche nelle parti vessatorie. NB l’offerta come formulate resterà valida anche dopo l’apertura delle buste, per 14 giorni, al fine di permettere disattesi e reietti scorrimenti di graduatoria in caso di necessità.

L’ATC 3 Isernia si riserva la facoltà discrezionale di invitare ulteriori concorrenti.

 

 

10.   No n sar ann o p r ese in con si d er azi oni of f er te p er ven u te al l ’A T C su cc essi vamen te al d ett o   termine.

10.1.          Non è consentito il subappalto

 

11.   Documentazione da presentare netgli stretti tempi tecnici successive alla comunicazione di aggiudicazione provvisoria:

 

  • Autorizzazione per l’allevamento di fauna da ripopolamento con relativo pagamento della tassa di concessione per l’anno in

 

  • copia fotostatica di un documento di identità

 

 

12.    le pubblicazioni sul sito www.atc3isernia.com, hanno valore di notifica agli interessati con riferimento alla presente procedura, quindi è opnere delle parti consultare l’indirizzo con regolarità.

 

 

  1. La partecipazione alla presente indagine di mercato non costituisce prova del possesso dei requisiti generali richiesti per l’affidamento della fornitura in oggetto che dovranno essere dichiarati e

 

ULTERIORI PRECISAZIONI: Il presente Avviso non costituisce affatto avvio di procedura amministrativa né proposta contrattuale e non vincola in alcun modo l’ATC 3 Isernia che sarà libero di avviare altre procedure. L’ATC 3 Isernia si riserva di interrompere in qualsiasi momento, per ragioni di sua esclusiva competenza, il procedimento avviato e di intraprenderne altri, senza che i soggetti richiedenti possano vantare alcuna pretesa

 

I dati forniti verranno trattati, ai sensi del D.lgs. 196/2003 e del GDPR (Regolamento Privacy esposto in ATC: potrà essere consultato in qualsiasi momento ed inviato a semplice richiesta) esclusivamente per le finalità connesse all’espletamento delle procedure relative alla presente indagine di mercato, connessi e consequenziali

 

 

  1. Risoluzione del contratto

Ai sensi dell’articolo dell’art. 1456 l’A.T.C. può ritenere risolto il contratto nei seguenti casi:

 

più di due inadempimenti, se non risolti entro 7 giorni dalla contestazione.

Inosservanza delle direttive dell’A.T.C.

Inosservanza da parte dell’appaltatore degli obblighi previsti dalla normativa vigente in sicurezza di lavoro o prevenzione covid-19 o altro di normative d’emergenza.

La risoluzione del contratto prevede l’incameramento della cauzione da parte dell’A.T.C., oltre penale Danni e spese.

Potrà essere causa di risoluzione del contratto senza penali l’eventuale mancata autorizzazione da parte della provincia di Isernia, o di altra AUtorità sanitaria/di legge di effettuare ripopolamento. In tale disattesa e reietta ipotesi il contratto si riterrà risolto di diritto e si procederà alla restituzione della cauzione.

 

 

  1. Modalità di pagamento.

L’A.T.C. provvederà al pagamento di quanto a suo onere entro 30 giorni dalla fattura e dalla dichiarazione di regolare esecuzione da parte del RUP.

Responsabile del procedimento

 

Il responsabile del procedimento è il prof Antimo GATTA

Foro competente

il foro è esclusivamente quello di Isernia.

 

Il RUP

 

Prof Antimo GATTA

MAnifestazione d’ Interesse per la fornitura di Fagiani adulti da ripopolamento faunistico anno 2022

AMBITO TERRITORIALE CACCIA num. 3 – ISERNIA
Via G. Betta 86170 Isernia, tel 0865 411472 e mail: info@atc3isernia.com email pec atc3@pec.it
Web site: www.atc3isernia.com

Download  >>  disciplinare
CIG Z83351D825
Prot. Num 36 del 08/02/2022
Si rende noto che l’Ambito Territoriale Caccia n. 3 di Isernia intende espletare un’indagine di mercato al fine di
acquisire manifestazioni di interesse alla fornitura , ai sensi dell’art. 36 comma 2 del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i,
per la fornitura di FAGIANI ADULTI DA RIPOPOLAMENTO FAUNISTICO da immettere sul territorio di
competenza.
IMPORTO A BASE DI GARA,: € 15.000,00 oltre iva di legge
1. DESCRIZIONE DELLA FORNITURA
Fagiani Riproduttori in rapporto di 1/Maschio – 2/Femmine, preferibilmente di 280 / 300 giorni di età
provenienti da allevamento nazionale, regolarmente autorizzato ai sensi delle normative vigenti, alle seguenti
caratteristiche e condizioni:
 Fagiani Phasianus colchicus autoctoni allevati allo stato naturale in apposite voliere di
allevamento e preambientamento, senza occhialini con una densità di 1 capo ogni 15 metri
quadri di voliera.
 Soggetti adulti riproduttori pre-ambientati allo stato naturale sani e in piena maturità sessuale,
fertili ed esenti da traumi e da qualsiasi malformazione soggetti privi di buco al naso; con
rusticità tipica della specie, con ottimo piumaggio; i soggetti debbono avere anello recante la
scritta atc3 is.
 Rapporto sesso 1 Maschio / 2 Femmine
 Le voliere sopra indicate debbono essere perfettamente automatizzate, dotate di nascondigli
naturali (colture, cespugli e vegetazione spontanea), dotate di posatoio e alimentazione fatta di
solo granaglie dal terzo mese di età.
 Con l’intervento dell’imprinting, da zero a 10 giorni di età.
 i capi forniti devono essere trasportati in imballi adeguati secondo la normativa igienicosanitaria,
imballi che devono essere recuperati dall’appaltatore e da lui smaltiti secondo legge
Verifiche: L’ATC 3 IS si riserva la facoltà di effettuare presso l’allevamento controlli per accertare lo stato fisico e
le caratteristiche della selvaggina offerta.
2. Luogo e modalità di esecuzione della fornitura
2.1.1. La valutazione della fornitura, prima dell’immissione, dovrà essere effettuata nella sede
dell’A.T.C.3 in Isernia via berta palazzo provincia, ovvero presso altro luogo concordato con la
ASReM e/o altra autorità che eventualmente manifesterà interesse ad assistere; dopo il controllo,
la selvagginaverrà trasportata e rilasciata dall’appaltatore, alla presenza di testimoni che
sottoscriveranno verbale, nei luoghi indicati preventivamente e facenti parte dei comuni che
verranno scelti inderogabilmente dall’A.T.C.

2.1.2. La fornitura dovrà essere effettuata nel rispetto dei termini temporali successivamente indicati
all’art. 3 con le seguenti modalità:
2.1.3. La consegna della selvaggina deve essere effettuata in imballaggio idoneo, adeguato, perfettamente
integro avente prese d’aria ed eventuali abbeveratoi o altro di legge; l’imballaggio deve essere
ecologico ed anti trauma, preferibilmente del tipo a perdere. IL trasporto da parte della ditta
aggiudicataria deve avvenire non oltre 1.5 ore dal luogo di allevamento/cattura fino alla luogo di
consegna, al fine di garantire la il benessere degli animali.
2.1.4. La selvaggina in oggetto verrà trasportata con i propri mezzi della ditta fornitrice, mezzi
regolarmente autorizzati secondo le vigenti normative igienico sanitarie per il trasporto di animali
vivi;
2.1.5. La consegna della selvaggina prima dell’immissione avverrà nel luogo di esecuzione indicato al
precedente punto 1 del presente articolo secondo le indicazioni organizzative dell’A.T.C.
2.1.6. La selvaggina al momento della consegna dovrà essere accompagnata dall’attestazione del modello
4 rilasciato dalla locale Unità Sanitaria Locale di residenza della fornitrice in originale o copia
autenticata. Dato certificato dovrà essere intestato al fornitore, al fine di evitare subappalti che
necessariamente invalideranno il contratto; la selvaggina dovrà avere tutte le
idoneità/documentazioni previste dalla legge e dovrà essere esente da malattie, in primis e non
esaustivamente l’aviaria: il trasporto degli animali comporterà la tacita conferma che l’appaltatore
ha fatto tutto quanto a suo onere per verificare tali evenienze.
2.1.7. Durante le fasi di rilascio della selvaggina sarà necessaria la presenza del titolare della ditta
aggiudicataria, o di un suo delegato all’uopo autorizzato per iscritto. L’idoneità all’ammissione dei
capi consegnati sarà valutata dall’A.T.C.;
I capi ritenuti non idonei ad insindacabile giudizio, saranno contestati immediatamente al titolare
della ditta o del delegato, e conseguentemente non conteggiati alla fine del pagamento; dovranno
essere sostituiti a cura e spese del fornitore, senza oneri per l’Ente, e saranno fatte salve le penali di
seguito riportate al punto 3 oltre il risarcimento di eventuali ulteriori danni.
2.1.8. Il controllo delle operazioni, della fornitura dovrà avvenire alla presenza dell’A.T.C. La cattura
dovrà avvenire non prima di 4 ore dalla data indicata dall’A.T.C. per la consegna della selvaggina
alla presenza di almeno di due componenti della commissione di verifica nominata dall’ATC.
3. Garanzie
3.1.1. Il fornitore aggiudicatario sarà chiamato a formalizzare, a garanzia delle obbligazioni assunte con il
contratto, apposita fideiussione bancaria o assicurativa per importo pari al 10% del valore del
contratto stesso, ovvero provvedere al deposito di assegno circolare intestato all’Ambito
Territoriale di Caccia num. 3 di Isernia, del medesimo valore, costituito nelle modalità previste
dell’art.93 del d.lgs. n 50/2016 e s.m.i.; Tale garanzia verrà svincolata entro 10 giorni dalla
attestazione di regolare esecuzione della fornitura.
3.1.2. Nella ipotesi disattesa e reietta che l’ATC, direttamente o su segnalazione, riscontrerà capi di
selvaggina non idonea ai requisiti richiesti dal presente bando, l’appaltatore avrà l’onere di
sostituzione entro dieci giorni, a proprie spese e onere, detti capi, oltre le penali e l’eventuale
risarcimento dell’ulteriore danno
3.1.3. L’A.T.C.3 di Isernia, di pieno diritto, incamererà le cauzioni qualora riscontri la non veridicità delle
dichiarazioni effettuate dalla ditta, fatto sempre salvo il risarcimento dell’Ulteriore danno.
3.1.4. L’A.T.C.3 di Isernia, o Il Veterinario Incaricato ASREM di pieno diritto, allo scarico potrà
richiedere il prelievo del siero o di qualsiasi altro di necessità ai fini dei controlli di profilassi
veterinaria.
3.1.5. Il mancato rispetto del rapporto di consegna di 1 Maschio e 2 Femmine sarà soggetto
all’applicazione di una penale di Euro 400,00 per ogni singolo caso; La mancata consegna al giorno
stabilito dall’ATC sarà sanzionata da una penale di euro 200,00 per ogni giorni di ritardo.
4. Durata e termini dell’esecuzione della fornitura
La su detta fornitura dovrà essere distribuita nelle quantità e nei territori dei comuni che verranno indicati
dall’A.T.C.3 in varie soluzioni e ripartizioni entro e non oltre la data sopra indicata
5. Elementi economici e criteri per la valutazione dei preventivi di offerta
5.1.1. Il prezzo di riferimento massimo previsto rispetto al quale formulare l’offerta, da intendersi come
base di confronto delle offerte per la fornitura in oggetto è determinato in Euro 15.000,00 iva oltre
iva di legge (quindicimila /oo euro iva esclusa); il criterio dell’offerta piu conveniente potrà vedere
compensazione con il miglior rapporto qualità/prezzo ove, in caso di sopralluoghi, il bene piu
costoso sia palesemente di migliore vitalità/adattabilità al territorio da ripopolare
6. Riscontro della congruità dei prezzi
L’accertamento della congruità dei prezzi offerti dalle imprese invitate alla consultazione può essere effettuato
dall’A.T.C. attraverso elementi di riscontro dei prezzi correnti dalle indagini di mercato, anche in momento
seguente alla fornitura
7. Aggiudicazione della fornitura
7.1. La fornitura sarà aggiudicata in seguito della consultazione, al soggetto che avrà offerto il minor prezzo
secondo quanto previsto dall’art. 95 comma 4 del d.lgs. 50/2016, con la compensazione di cui
all’articolo 5
7.2. L’A.T.C. si riserva di aggiudicare la fornitura anche in presenza di una sola offerta, ovvero di non
aggiudicarla a nessuno anche in caso di piu offerte.
7.3. L’A.T.C. per la verifica della fornitura in Oggetto nominerà una commissione composta da più
membri, che si riservano il diritto di effettuare successivamente all’aggiudicazione provvisoria
della gara, visita presso la ditta; senza obbligo di preavviso, si provvederà alla verifica tecnica
delle aree di cattura, alla visione della cattura nonché la qualità della selvaggina e
all’apposizione di appositi sigilli riconoscitivi. Qualora detta verifica sarà negativa non si
procederà alla sottoscrizione del contratto e si procederà all’aggiudicazione mediante
scorrimento.
8. REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE ALL’INDAGINE DI MERCATO:
Gli operatori economici interessati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
1) inesistenza delle cause di esclusione di cui all’art. 80 D.Lgs. 50/2016 e s.m.i.;
2) iscrizione al registro delle imprese della Camera di Commercio, per la specifica attività oggetto della
fornitura;
3) essere titolare di allevamento di selvaggina a scopo di ripopolamento, autorizzato ai sensi delle normative
vigenti.
4) Requisiti di capacità economica finanziaria di cui all’art. 83 comma 1 lettera a;b;c; del 80 D.Lgs. 50/2016
e s.m.i.; comprovato da idonea documentazione;
5) DURC regolare;
6) Dichiarazione antimafia
I requisiti devono essere posseduti alla data di pubblicazione del presente Avviso, permanere per tutta la fase
di affidamento e per la fase esecutiva
9. MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A
PARTECIPARE ALLA GARA
Gli operatori economici che intendono partecipare alla procedura in oggetto, devono far pervenire l’interesse alla
partecipazione alla gara esclusivamente a mezzo pec entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 12.2.2022,
all’indirizzo: atc3@pec.it .
L’oggetto della pec dovrà contenere la dicitura: “Fornitura Fagiani da ripopolamento faunistico ATC3 Isernia”;
l’offerta dovrà indicare il costo unitario per ogni singolo capo, quello complessivo, iva esclusa, da esprimersi in
cifre e in lettere; nella pec dovrà inoltre aggiungersi “consapevole delle responsabilità morali e giuridiche, dichiaro di aver
letto il disciplinare, di accettarlo in ogni sua parte senza eccezioni, e dichiaro inoltre che sono in posizione regolare con l’antimafia,
non sono fallito, ho capacità economica finanziaria e professionale per impegnarmi alla fornitura, ho durc regolare e non ho ostacoli
giuridici per la fornitura. Esprimo il consenso al trattamento dei miei dati nelle fotrme e nei modi pubblicati nella bacheca
dell’ATC3 isernia, limitatramente alla per le finalità connesse alla presente procedura. Allego copia del documento di riconoscimento
in luogo della firma autografa”
10. Non saranno prese in considerazioni offerte pervenute all’ATC successivamente al termine sopraindicato

11. NOTE
 E’ onere dei partecipanti consultare il sito internet www.atc3isernia.com, ove il presente avviso viene
pubblicato, per accertarsi di eventuali comunicazioni urgenti relative alle presenti procedure.
 L’ATC 3 Isernia si riserva la facoltà discrezionale di invitare alla gara ulteriori concorrenti.
 La partecipazione alla presente indagine di mercato non costituisce prova del possesso dei requisiti
generali richiesti per l’affidamento della fornitura in oggetto che dovranno essere dichiarati e verificati.
 L’offerta vincolerà TUTTI gli aspiranti venditori a fornire la merce proposta al prezzo indicato anche se
non risulteranno “aggiudicatari provvisori” e ciò fino a 10 giorni dopo la scadenza del bando, e ciò al
fine di garantire il ripopolamento dell’Ambito in caso di problemi con l’aggiudicatario
 Va scrupolosamente rispettata la normativa anticovid anche con riferimentoi ai dipendenti-subalterni;
 Va scrupolosamente rispettata la normativa inerente la oprevenzione dell’aviaria e di ogni altra malattia
trasmissibile, anche con riferimento alle modalità di trasporto.
ULTERIORI PRECISAZIONI: Il presente Avviso, finalizzato ad una ricerca di mercato, non costituisce
affatto avvio di procedura amministrativa né proposta contrattuale e non vincola in alcun modo l’ATC 3 Isernia
che sarà libera di avviare altre procedure. L’ATC 3 Isernia si riserva di interrompere in qualsiasi momento, per
ragioni di sua esclusiva competenza, il procedimento avviato e di intraprenderne altri, anche mediante
affidamento diretto, senza che i soggetti richiedenti possano vantare alcuna pretesa
I dati forniti verranno trattati, ai sensi del GDPR in materia, esclusivamente per le finalità connesse
all’espletamento delle procedure relative alla presente indagine di mercato.
Il RUP
Prof Antimo GATTA

Servizo Raccolta carcasse e Modulo richiesta analisi per l’ esame trichinoscopico 2020-2021

l servizio di raccolta delle carcasse dei suidi selvatici sul territorio di competenza dell’ATC num 3 di Isernia per l’annata venatoria 2020/2021 è svolto dalla ditta Merigrass 2000 ; il numero di  contct center da contattare per il conferimento delle carcasse è : 338 4848883

 

– Per semplificare la richiesta dell’esame trichinoscopico, l’ A.T.C. 3 di Is. e l’ Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise ha predisposto un modello semplificato per i cacciatori abilitati , pertanto i moduli in posseso diversi devono essere messi in disuso.

Modulo di esempio per la compilazione : ⇒                  224920

 

Per scaricare il modello per la richiesta dell’analisi trichinoscopica cliccare il link sottostante, resta inteso che solo il cacciatore abilitato al campionamento può conferire  il campione per l’esame trichinoscopico presso l’ Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise .

   ⇒modulo-richiesa-esame-trich

Interscambio art 22, com. 12, L.r. 19/93, REGOLAMENTO / MODULISTICA 2021

Interscambio art 22, com. 12, L.r. 19/93, REGOLAMENTO / MODULISTICA

Regolamento

per scaricare il modulo cliccare il link sottostante

>> modulo-interscambio-2021

 

 Art. 1: L’ A.T.C. n. 3 di Isernia,  ha autorizzato l’interscambio tra un cacciatore residente ed un cacciatore extra regionale.

 Art. 2: Il cacciatore residente un questo A.T.C. può cedere, una sola volta, massimo n. 10 (dieci) giornate di caccia ad un cacciatore non residente in Molise.

 Art. 3: E’ fatto divieto, sia al cedente che al beneficiario, di ricevere o compensare tali giornate con somme in denaro o regalie di qualsiasi genere;

 Art. 4: Il cacciatore non residente in Molise è tenuto a versare a questo A.T.C., e per esso sul c.c.bancario IT 90 G 01030 15600 000063137534 Intestato ad ambito territoriale di caccia con causale interscambio.”, per ogni giornata di caccia, una somma pari ad un decimo della quota di ammissione all’A.T.C.  (€. 16,80); (sulla causale specificare il numero delle giornate).

 Art. 5: Il cacciatore residente in questo ATC sottoscriverà un modulo allo scopo predisposto nel quale dovranno essere riportate le proprie generalità, il numero del tesserino venatorio regionale e, in modo analitico, le giornate di caccia che si intendono cedere.

Allo stesso cacciatore saranno annullate, sempre sul tesserino regionale, le giornate di caccia cedute;

 Art. 6: Il cacciatore extra regionale, a sua volta, completerà il modello del cacciatore cedente ed allegherà un’attestazione di versamento proporzionata al numero delle giornate ricevute;

 Art. 7: Al cacciatore non residente in Molise sarà rilasciata un’autorizzazione nella quale saranno evidenziati: il nominativo del cacciatore cedente e le giornate in cui potrà praticare l’attività venatoria in questo ambito.

 Art. 8: Le giornate concesse e ricevute non potranno essere in alcun modo modificate, annullate o sostituite, neanche a fronte di avverse condizioni metereologiche o nevicate.

 Art. 9: Possono effettuarsi, complessivamente, non più di n. 30 ”interscambi” con cacciatori residenti in Regioni, Province ed AA.TT.CC. che, parimenti, accolgano cacciatori molisani

 Art 10: L’attività venatoria mediante interscambio si potrà esercitare a decorrere dal trentesimo giorno di apertura della caccia stabilita dal calendario venatorio vigente e sino al 31/12/2021.